Dobbiamo introdurre un nuovo campo di scienza del miglioramento della pratica e scienza della fornitura di cure

Dobbiamo introdurre un nuovo campo di scienza del miglioramento della pratica e scienza della fornitura di cure La nuova legge renderà il pagamento per valore [...]

Dobbiamo introdurre un nuovo campo di scienza del miglioramento della pratica e scienza della fornitura di cure

La nuova legge renderà il pagamento per valore a "mainstream" pratica attraverso il Merit-based Incentive Payment System (MIPS). MIPS, ha detto Slavitt, valuta le prestazioni dei medici in base a quattro fattori: qualità, costo, uso della tecnologia e miglioramento della pratica.

Ha riconosciuto che il "la posta in gioco è alta" e dei medici "i livelli di frustrazione sono reali. Fatte male, le misure sono separate dal modo in cui i medici praticano e si aggiungono al cinismo che le persone che costruiscono questi programmi semplicemente non lo capiscono."

Ma, "ci impegniamo a costruire un programma che sia flessibile e si adatti agli obiettivi della pratica individuale e della popolazione di un fornitore," ha sottolineato.

Stringere le redini negli scambi

Slavitt ha affermato che le regole per l’accesso al mercato sanitario subiranno alcune modifiche. Ha sottolineato che alcuni strumenti intesi a facilitare gli scambi di consumatori non familiari, come i periodi di iscrizione speciali, sono sopravvissuti al loro scopo.

A dicembre, CMS ha annunciato la fine di un periodo di iscrizione speciale per la stagione delle tasse (SEP) e anche altri SEP verranno eliminati, ha affermato.

Inoltre, un’unità di controllo ha già iniziato a sorvegliare e annullare i piani per i consumatori iscritti in modo inappropriato da mediatori senza scrupoli.

Per consentire la copertura per i consumatori con condizioni preesistenti e stabilizzare i pool di rischio, CMS offrirà anche stime anticipate dei calcoli di aggiustamento del rischio specifici del piano sanitario, ha affermato Slavitt.

"Insieme all’automazione back-end appena lanciata, ciò fornirà ai piani informazioni più tempestive per facilitare la definizione informata delle tariffe," Egli ha detto.

AMA guarda avanti

James Madara, MD, CEO dell’American Medical Association (AMA), era presente all’incontro e ha condiviso alcuni dei prossimi programmi dell’associazione.

Mentre la marea dei problemi sanitari si è spostata verso malattie croniche, la maggior parte dell’assistenza sanitaria è costruita attorno alla gestione delle malattie acute. Fece notare Madara.

Ha notato che più pazienti stanno passando da strutture ospedaliere a ambulatoriali e dalle cure ambulatoriali alle case dei pazienti, poiché la telemedicina diventa più comune.

In risposta a questi cambiamenti, l’AMA deve adattarsi modernizzando le scuole di medicina, costruendo pratiche sostenibili e sfruttando tecnologie innovative, ha detto Madara. L’AMA ha annunciato questa settimana che https://harmoniqhealth.com/it/ sta investendo $ 15 milioni in una nuova società della Silicon Valley per aiutare a portare più rapidamente sul mercato nuove tecnologie sanitarie.

"Dobbiamo introdurre un nuovo campo di scienza del miglioramento della pratica e scienza della fornitura di cure. Dobbiamo educare in modi basati sul team, piuttosto che solitari," ha detto, aggiungendo che gli educatori medici non possono più ignorare la telemedicina e le risorse della comunità.

WASHINGTON – La FDA ha richiesto test di routine per la contaminazione da melamina in alcuni ingredienti utilizzati nella produzione e preparazione di farmaci.

Se consumata in quantità sufficienti, la sostanza chimica – utilizzata nella produzione industriale di resine, prodotti per la pulizia, fertilizzanti e pesticidi – può causare insufficienza renale e morte.

La FDA ha raccomandato lo screening degli ingredienti farmaceutici con metodi attualmente utilizzati per testare le proteine ​​alimentari. L’attrezzatura necessaria è generalmente disponibile per i produttori di farmaci e i laboratori di test a contratto, ha affermato l’agenzia.

C’è "nessun motivo per credere che la fornitura farmaceutica statunitense sia contaminata," la FDA ha detto in un comunicato stampa, definendo la mossa un passo precauzionale.

Lo scorso autunno, in seguito alle segnalazioni di melamina negli alimenti per lattanti in Cina, la FDA ha richiamato una serie di prodotti alimentari, tra cui caffè istantanei, tè e alimenti per bambini, a causa della contaminazione da melamina. (Vedere la contaminazione da melamina cinese innesca il richiamo statunitense di caffè e tè)

"La FDA sollecita l’implementazione di controlli appropriati per assicurare ai consumatori che la contaminazione da melamina non avverrà nella catena di fornitura farmaceutica," Margaret A. Hamburg, MD, commissario per cibo e droghe, ha detto in un brief dell’agenzia.

La guida contenente questi nuovi metodi di screening, "Linee guida per l’industria: componenti farmaceutici a rischio di contaminazione da melamina," è disponibile sul sito web della FDA.

Le cliniche al dettaglio, a lungo considerate un antidoto agli studi medici e ai pronto soccorso più costosi, possono effettivamente aumentare la spesa medica portando i consumatori a ricevere più cure, mostra un nuovo studio.

Piuttosto che sostituire una visita medica o un viaggio in ospedale, il 58% delle visite cliniche al dettaglio per condizioni minori ha rappresentato un nuovo uso dei servizi medici, secondo lo studio pubblicato lunedì sulla rivista Health Affairs. Queste visite aggiuntive hanno portato a un modesto aumento della spesa sanitaria complessiva di $ 14 a persona all’anno.

"Ciò sfida la saggezza convenzionale secondo cui le cliniche al dettaglio fanno risparmiare denaro al sistema sanitario," ha affermato Ateev Mehrotra, MD, coautore dello studio e professore associato di politica sanitaria presso la Harvard Medical School. "L’aumento della spesa derivante dal nuovo utilizzo supera i risparmi che abbiamo visto dalla sostituzione delle visite mediche e del pronto soccorso."

Ci sono più di 2.000 cliniche in negozio a livello nazionale e gestiscono circa 6 milioni di visite di pazienti ogni anno, afferma lo studio.

Sono apprezzati da molti consumatori a cui piace recarsi per cure senza appuntamento, al contrario delle ore di attesa altrove, e sono aperti 7 giorni su 7. Queste piccole cliniche sono in genere gestite da infermieri e trattano infezioni, distorsioni lievi e gestiscono altre cure preventive come le immunizzazioni.

MinuteClinic di CVS Health è il leader del settore con oltre 1.100 sedi. Molti assicuratori sanitari e datori di lavoro incoraggiano le persone a utilizzare queste cliniche, in alcuni casi rinunciando ai costi dei pagamenti.

Ma Mehrotra ha detto che i responsabili politici e gli assicuratori sanitari dovrebbero rendersi conto che la promozione di opzioni più convenienti, dalle cliniche al dettaglio alle visite mediche online, può stimolare un maggiore utilizzo e costi più elevati.

"Man mano che rendiamo le cose più convenienti, le persone lo useranno molto di più," ha detto Mehrotra, anche lei ricercatrice presso Rand, un think tank senza scopo di lucro a Santa Monica, in California.

Lo studio non contraddice la ricerca precedente che ha scoperto che le cliniche al dettaglio forniscono cure che costano dal 30 al 40 percento in meno rispetto a cure simili fornite presso uno studio medico e che il trattamento per malattie di routine era di qualità simile. Ma suggerisce che tali risparmi siano più che compensati da un maggiore utilizzo dei servizi medici.

Andrew Sussman, MD, presidente dell’unità MinuteClinic presso CVS, ha criticato lo studio come "imperfetto" e troppo dipendente da vecchi dati. Ha detto che circa la metà dei pazienti MinuteClinic non ha un medico di famiglia regolare e le sue cliniche sono in grado di impedire che condizioni minori diventino malattie importanti che richiedono cure più costose.

Lo studio "non è una valutazione accurata dei risparmi sui costi e del valore delle cliniche di vendita al dettaglio," Ha detto Sussman. "È un passo indietro pensare a persone che non avevano un medico di base e ricevere cure come un utilizzo eccessivo."

Gli autori dello studio non hanno potuto valutare l’impatto che le cliniche al dettaglio hanno sull’uso medico complessivo e sulla spesa totale perché non disponevano di dati sulle cure ospedaliere o sull’uso di farmaci da prescrizione, due grandi componenti della spesa sanitaria.

I ricercatori hanno esaminato i dati su 3 milioni di membri Aetna dal 2010 al 2012 e il loro uso medico legato a 11 condizioni di bassa acutezza, come sinusite e infezioni del tratto urinario. I pazienti sono stati divisi tra gli utenti delle cliniche al dettaglio e le persone che non li hanno visitati.

Aetna, la terza più grande compagnia di assicurazioni sanitarie della nazione, ha affermato di continuare a supportare le cliniche al dettaglio e attende con impazienza ulteriori studi che esaminino l’impatto a lungo termine sui costi e sui risultati dei pazienti. In particolare, Aetna e altri operatori sanitari vogliono sapere se le cliniche al dettaglio possono aiutare i diabetici e altre persone a combattere malattie croniche costose.

"Le cliniche di vendita al dettaglio sono un’opzione conveniente e flessibile disponibile durante orari prolungati, durante i viaggi e per esigenze di salute minori," ha detto la società in un comunicato. "Sono anche una buona opzione per i consumatori che non hanno un medico di base."

In questo ultimo studio, i ricercatori hanno scoperto che gran parte del nuovo uso era per disturbi che in genere si risolvono da soli, come febbre, tosse o naso che cola. Ma Mehrotra ha detto che non vuole che lo studio sia visto come una critica alle persone che cercano aiuto medico. Piuttosto, vuole sottolineare che la comodità aumenterà l’utilizzo.

"Se le cliniche di vendita al dettaglio non fossero state in giro, le persone sarebbero rimaste a casa," Egli ha detto. "Il nuovo utilizzo rappresenta la maggior parte delle visite di cliniche al dettaglio."

I ricercatori hanno notato alcune limitazioni allo studio. Era limitato alla popolazione assicurativa commerciale, escluse le persone su Medicare, Medicaid o non assicurate. Non ha tenuto conto di vantaggi come il tempo risparmiato andando in una clinica al dettaglio.

E Mehrotra ha detto che questo studio si è concentrato sulla visita iniziale. Ha esaminato se fosse un nuovo utilizzo o sostituito un’opzione più costosa. Tra le visite ritenute sostitutive, il 93% ha sostituito una visita medica e il 7% ha sostituito il pronto soccorso.

Tom Charland, analista di settore e amministratore delegato della società di ricerca Merchant Medicine, ha affermato che i rivenditori hanno ottenuto risultati contrastanti con queste cliniche in negozio. CVS e Kroger continuano ad aprire nuove sedi mentre Walmart Stores e Target hanno ritirato l’attività dopo risultati poco brillanti, ha affermato.

Queste cliniche sono state viste come un modo per affrontare la mancanza di medici di assistenza primaria in alcune aree del paese poiché la legge sanitaria federale estende la copertura assicurativa a milioni di americani. Alcuni dei principali sistemi sanitari, tra cui la Cleveland Clinic e l’UCLA, hanno collaborato con cliniche al dettaglio per aiutare a soddisfare la crescente domanda.

Sussman ha detto che circa la metà dei pazienti MinuteClinic viene visitata nei fine settimana o durante le ore serali, quando la maggior parte degli studi medici sono chiusi. "L’Affordable Care Act sta portando milioni di nuovi pazienti nel sistema ed è necessario fornire tipi alternativi di assistenza," Ha detto Sussman.

Ma Mehrotra ha affermato che i piani sanitari ei datori di lavoro dovrebbero considerare attentamente come coprire l’assistenza presso le cliniche al dettaglio. "Se l’obiettivo è ridurre i costi," Egli ha detto, "quindi incoraggiare l’uso di cliniche al dettaglio potrebbe non essere una strategia di successo."